venerdì 21 novembre 2014

Dadolata di peperoni & pollo con riso Venere

W la Germania, potrei dire.
Peperoni gialli, rossi e riso venere con patate nere.
Il commento di mio marito quando ha visto il piatto è stato: "e chi la mangia 'sta roba? ah si è per il tuo blog"
... carino, vero?
Sapori decisi per buongustai

...In realtà avrei potuto fare la bandiera della Giamaica, se mettevo i peperoni verdi anzichè il riso venere.
Ciò a parte, immaginatevi i sapori in bocca, chiudete gli occhi, lasciatevi inebriare dal profumo deciso dei peperoni, che avvolge il pollo.
Il tutto condito con riso venere, che ci conquista già con il suo nome.
Ed ecco pronta e velocissima la mia ricetta !

per i maritini come il mio, bastano 2 ingredienti.

Come dicevo in un altro post, ho 27 antine in cucina e 6 cassettoni.
Straripano di utensili vari. Tuttu INDISPENSABILI, chiaramente.

Mio marito ogni volta che deve cercare qualcosa mi manda a quel paese, dicendomi che "ho un sacco di cinfrusaglia inutile che non uso mai".
Non è vero, non c'è niente di più falso.
Sono una kitchen-dipendente, non sono una kitchen-compulsiva.
La cosa, capirete, è ben diversa.
Ma gli uomini NON percepiscono certe sfumature.
Tranne quando in tavola arriva qualcosa di buono, anzichè la piastina in brodo.
Sia ben chiaro: la MIA pastina in brodo, a casa mia è GETTONATISSIMA da tutti.
Soprattutto nelle fredde ed umide serate invernali.
Oltretutto se chiedessi gioielli, abiti griffati o pellicce capirei, ma chiedo solo qualche aggeggino...
quello che uso oggi è un tantino ingombrante ma, credetemi, è un MUST.
Cuoce da solo.
Tu puoi fare tutt'altro, e quando suona il timer controlli la cottura e spegni.
Si può forse fare a meno di un così utile aiuto in cucina?
Certo che no.
Quindi anche se mio occupa mezzo ripiano in cucina, me lo tengo stretto.
E con tutte le volte che l'ho usato, ho ampiamente recuperato con il tempo guadagnato il costo del mio ...aiuto cuoco!
Per esempio: vi ho mai parlato del pollo con lo yogurt?Lo fa lui, il mio aiuto cuoco.
Voi uomini non capirete mai.
Avete 3.000 cacciaviti, trapani, bulloni, chiavi inglesi... e quante volte usate tutti i vostri aggeggi che vi fanno sentire tanto MACHI?
Mentre quante volte gustate piattini prelibati preparati con gli "aggeggi inutili" che usano le vostre adorate mogli in cucina?

le dimensioni dei dadi di cibo è questa

per i mariti con palato BASIC, basta 1 solo ingrediente

patate in fase di cottura

il piatto adatto a ME !!!

Far bollire 6 pugni di riso venere in acqua salata per almeno 35 minuti: assaggiate per vedere la cottura, ma rimane sempre un pò al dente.
Non appena il riso rilascia un pò di nero nell'acqua, prendetene qualche mestolino ed in un'altra pentola fate bollire una patata grande tagliata a pezzettoni.
Nel frattempo tagliate a cubetti piccolissimi (max 1cm x 1 cm) i peperoni e cominciate a cuocerli con olio, sale aromatizzato con salvia e rosmarino.
Dopo 10 minuti aggiungete il pollo tagliato a cubetti di 2 cm x 1 cm, e proseguite la cottura per altri 10-12 minuti.
Il pollo deve essere ben cotto.
Et voilà il vostro piatto!




giovedì 20 novembre 2014

CUPcake al liquore di pistacchio

Ieri sera ho assaggiato il CUPcake preparato per il maritino: la birra si sentiva forte e decisa.
Dopo cena avevo ancora un posticino vuoto nello stomaco, ma nessuna voglia di cucinare.
Ho vagato per casa, aperto tutti gli armadietti in cucina e, fidatevi, ho 27 antine e 6 cassettoni oltre al frigo,ma non ho trovato nulla che mi intrigasse.
Ho aperto le antine in sala ed ho trovato la crema di pistacchio.
Subito ho afferrato un bicchierino e l'ho assaggiata: sublime.
Oggi mi è venuta l'idea di preparare un CUPcake tutto per me.
Io adoro i pistacchi!
Se ne avessi avuti in casa ne avrei tritati un pò ed avrei guarnito la mia CUP con la granella di pistacchi.

il pistacchio si sente eccome !

Ingredienti:
30 g farina
2 g lievito per dolci
12 g zucchero
15 g crema di pistacchio
7 g olio di semi
30 g latte parzialmente scremato: se non lo avete diluite il latte intero con un pò d'acqua
11 g gocce di fioccolato fondente

Mescolare tutti gli ingredienti MENO le gocce di cioccolato, fino ad ottenere un composto fluido, aggiungete le gocce di cioccolato e mescolate ancora.

Cottura: 1minuto a massima potenza. (il mio 1000W, eventualmente adattate la cottura in base alla potenza del vostro, aumentando di 10-15 secondi massimo).

La cottura fatta nel microonde prosegue anche DOPO il minuto, quindi NON esagerate nel cuocerlo.


mercoledì 19 novembre 2014

CUPcake alla birra... BEERcake!

Questo dolcino lo dedico a mio marito, che adora la birra.
... a tutta birra !

In questo momento beve una birra chiara ma scura: schwarze weisse.
Il che già di per sè è un controsenso, perchè o è scura, o è chiara.
A me poi piace normale, la birra: nè bianca, nè scura: bionda.
Ultimamente ho trovato una birreria con birra a caduta... buona.
Nel senso che anche se ne bevo mezzo litro... non cado ubriaca.
In realtà è proprio un tipo di birra, ed effettivamente quando mi alzo riesco anche a camminare dritta.
Dory, credimi, non come quella volta che siamo andate a bere l'happy hour e che mio marito è dovuto venire a prenderci.
Noi avevamo l'auto, lui no.
E diluviava.
Sant'uomo!
Di conseguenza ho dedicato proprio al Sant'Uomo questo CUPcake.
Quando è rientrato mi ha detto che era molto grande.
In realtà non è vero, lo si evince dagli ingredienti.
Ma non importa, tanto ho deciso di assaggiarlo anche io!

Ingredienti: dose per un CUPcake
23 g di farina
2 g di lievito per dolci
12 g di zucchero
37 g latte parzialmente scremato
7 g olio semi
7 g cacao amaro
15 g birra nera&bianca

Mi rendo conto che è difficile pesare con precisione quantità così esigue, quindi anche se eccedete di 1 g non importa.
Ma sono di 1 g !!!


Mescolare tutto insieme fino ad ottenere una crema fluida, cuocere a massima potenza per 1 minuto e 15 secondi.

ASPETTARE 1 ora prima di gustarlo: solo così si esalta il sapore.

...AVETE NOTATO CHE IN QUESTO DOLCETTO NON C'E' L'UOVO ?

martedì 18 novembre 2014

CUPcake al microonde in 1 minuto

Questa volta con cupcake intendo proprio cup = tazza.
Quindi cotto e successivamente mangiato nello stesso bicchiere.
Da favola.
Finora usavo i vasetti di terracotta dello yogurt, oggi ho usato un bicchiere basso e largo.
Si può usare anche una tazza, quello che si vuole, basta che regga la cottura al microonde.
Lo si può mangiare caldo (ma attenzione NON appena tolto dal micro: pericolo di ustioni), tiepido o freddo.
Accompagnato con panna o crema inglese.
Ottimo come merenda, delizioso dopo una cena.
Stupide i vostri figli, i vostri ospiti, il fidanzato, il marito.
... Stupitevi voi stesse per la facilità di questa ricetta.

con gocce di cioccolato

merenda calda per le giornate fredde
Ingredienti per una tazza:
22 g di cioccolato fondente
8 g farina
14 g burro
30 g di uovo
25 g zucchero

sbattere un uovo con una forchetta in un bicchiere
far sciogliere nel bicchiere - o tazza che userete per cuocere il CUPcake - il cioccolato ed il burro
aggiungere gli altri ingredienti e mescolare fino ad ottenere una crema fluida.

cuocere a massima potenza per 1 minuto e 10 secondi

cospargere di zucchero a velo
lasciar raffreddare almeno 15 minuti

Ps il mio microonde a massima potenza cuoce a 1.000 W
se il vostro è meno potente, aggiustate la cottura aggiungendo 15 secondi

*****

...PERCHE' NO ?

Nel CUPcake preparato per i miei genitori ho inserito all'interno un cucchiaino di crema spalmabile gianduia aromatizzata con caffè in polvere

lunedì 17 novembre 2014

muffin in 1 minuto

Per soddisfare le voglie improvvise di cioccolato, da mangiare caldi, tiepidi, freddi, da soli o con la panna, con la crema inglese o spalmati di nutella, di crema al cioccolato&caffé, imbevuti di liquore...

Oggi è venuta una compagna di mia figlia con sua mamma.
Ho preparato al volo questi muffin. E non scherzo: in 1 minuto sono pronti.

Muffin decorati





Per le mamme tè con cioccolatini, per le ragazzine i muffin

muffin NUDI


Dosi per 3 muffin da 80 g cad

50 g burro
50 g cioccolato fondente
50 g farina
50 g zucchero
1 uovo
pochissimo lievito

Sciogliere il cioccolato ed il burro nel microonde, aggiungere l'uovo e poi il resto.
Mescolare e dividere l'impasto in 3 tazze (imburrate ma NON infarinate) adatte alla cottura nel microonde.

Cuocere a potenza 630 per 1 minuto e mezzo, o massima potenza per 1 minuto.

Sfornare ed aspettare un paio di minuti se non volete ustionarvi la lingua!!!




Mamma Crostata con crostatine Baby di frutta

 E' venuto a trovarci mio fratello, ancora una volta senza dessert, nonostante l'ultima volta anche mia figlia gli avesse detto che non è carino presentarsi a mani vuote.
Questa volta ha portato un vaso di ciclamini, quindi mia figlia è corsa da  me e mi ha detto: "abbiamo vinto la scommessa, non ha portato il dolce!"
Ho chiesto al mio cuoco casalingo di preparare una crostata.
Ha preparato la crema pasticcera e la frolla.
Poi però mi ha bidonato.
Mio figlio voleva andare a vedere l'Italia allo stadio con mio fratello.
Mio marito non apprezzava l'idea perchè riteneva che gli animi durante la partita potessero surriscaldarsi.
Per fortuna i miei uomini non hanno trovato i biglietti, visto quel che poi è successo allo stadio, e sono tornati a casa.
A mangiare la crostata.

Versione pasticcino


TORTA per GRANDI golosi !

Io non avevo nessuna voglia di preparare e cuocere dolci. Mia figlia è partita oggi in gita scolastica, io dovevo preparare la valigia, lavarle i capelli e coccolarmela tutta.
Tuttavia ho dovuto inserire nel mio planning anche la torta.
Ho dovuto accontentarmi della frutta che ho trovato in casa mia, ed in quella di mia madre.
 
Basi cotte vuote
Con le dosi di frolla e crema sotto riportate ho preparato una crostata e 6 crostatineQuesta ricetta si presta bene per la preparazione di basi da riempire dopo la cottura.

Ingredienti per la frolla:
350 g di farina
3 tuorli
170 g zucchero
200 g burro
1 busta vanillina
1 pizzico sale

Inserire il tutto in una planetaria e formare la palla di forlla da far riposare una mezz'oretta in frigo.

La base è stata cotta vuota, senza fagioli di ceramica.
Così, nuda, bucherellata.
Ogni tanto controllavo se si gonfiava la base, allora aprivo il forno e la pungevo con la forchetta.
In circa 15 minuti era cotta.
Poi si fa raffreddare e la si toglie dalla teglia.
Per la versione mini tortine il procedimento è lo stesso, ma i tempi di cottura si dimezzano: circa 8 minuti.
Forno a 180° per entrambe, verificare sempre la doratura della frolla prima di sfornarla.

Torta e tortini sono stati spazzolati in meno di 1 ora.

Crema pasticcera:
250 g latte
2 tuorli
75 g zucchero
30 g farina
scorza limone

sbattere i tuorli con lo zucchero
nel frattempo infilzate un pò di scorza di limone non trattato su uno stuzzicadenti e mettetela nel latte che porterete ad ebollizione.
versare il latte sulle uova montate e aggiungete la farina setacciandola mentre mescolate la crema.
Quando la crema comincia a rapprendersi spegnete il fuoco versate su un piatto e lasciate raffreddare.

Nel frattempo preparate la frutta.
Quando base e crema saranno freddi, stendere la crema sulla frolla ed assemblate come più vi piace.


venerdì 14 novembre 2014

Gnocchi a 4 mani

Ho un fotografo in casa.
Da giovane (non che ora non lo sia !!) si era creato anche la camera oscura in casa.
Potrei postare foto fantastiche...
Io invece sono riuscita a postarla a testa in giù.
In questo caso non ha molta importanza... talvolta invece lascio perdere, rassegnata.
Già la qualità delle mie foto lascia a desiderare... d'altronde un Iphone non è una macchina fotografica, mi ricorda sempre mio marito.
Ma è anche vero che con un click la foto è sul blog.
INVECE quando le foto le fa lui, per esempio  in vacanza, noi tutti dobbiamo stare con la luce in faccia ed il sorriso a 32 karati stampato sul viso finchè lui non trova la condizione ottimale per il suo click.
Una volta ci hanno ricoverato tutti in ospedale per crampi alla mascella dovuti allo sforzo del sorriso contro sole.
Un'altra volta rischiavamo di mummificarci in spiaggia...
Farà foto stupende, ma noi siamo quel che siamo, un'animata banda di simpatici birbanti.
Non appena lui è pronto, noi impercettibilmente ci spostiamo. Basta un millimetro: lui se ne accorge.
Tant'è che quando andiamo a visitare un qualsiasi posto e lui sfodera la sua macchina fotografica... c'è chi deve andare in bagno, chi ha dimenticato qualcosa in auto, chi si deve allacciare una stringa...
Ci eclissiamo in un nanosecondo.
Insomma: lui aspetta un pò, poi si dimentica di noi e fa la foto al paesaggio.
Quello non si muove, non ha problemi di sole negli occhi, ne tantomeno di mummificarsi quando all'ombra ci sono 50 gradi.
Unico inconveniente è che quando all'alba il mio maritino estrae la sua mega macchina fotografica, dal momento in cui decide di fare la foto al momento del click... il sole tramonta!
Foto a testa in giù
foto a testa in sù
Questi spettacolari gnocchi li ho fatti a mano con mio figlio, il maggiore.
Oggi c'era sciopero. Di cosa non so perchè gli autobus circolavano.
Ma mio marito ha detto che c'era sciopero generale, quindi il figlio è rimasto a casa.
Avevamo già programmato di cucinare insieme.
Musica jazz di sottofondo, lui che fa il lavoro sporco (come dice lui), io che giro le palline sulla forchetta.
Rilassata io, seduta comoda, in piedi lui.
Io ho fatto solo le righine perchè gli gnocchi senza righe non mi piacciono proprio.
Lui ha fatto tutto: dal pelare le patate, alle palline. Persino il sugo al pomodoro.
Proprio bravo mio figlio.
La ricetta?
Patate, farina, uovo, sale.
Le quantità?
Aggiustate la farina secondo i vostri gusti: a mio marito piacciono duri come le palline da tennis, a me morbidi come una piuma.
Quindi regolatevi a seconda del vostro palato.