domenica 4 gennaio 2015

Fra 36 giorni sarà maggiorenne, e....

A - I - U - T - O
Il tempo passa ed io non ho ancora trovato nulla per rendere indimenticabile il 18° compleanno del mio figlio maggiore.
Alcuna idea decente.
Questo pensiero continua ad assillarmi.
Quando è nato mi sono detta "però... quando lui sarà maggiorenne, io avrò mezzo secolo"
Ci siamo arrivati fin troppo in fretta, ahimé.
Lui non è uno che va in giro con gli amici, è un pantofolaio.
Gli basta stare a casa con un impianto elettrico eccellente ed una connessione internet affidabile.
Qualcosa da mettere sotto i denti.
E lui raggiunge il nirvana.
Tutto sommato è un cucciolone.
La cosa mi dà fastidio la maggior parte delle volte che entro in camera sua e lo vedo con qualche aggeggio elettronico in mano.
"sprechi la tua vita"
"esci, fuori c'è il mondo"
"apriti alla vita"
"Vai e divertiti"
Macchè, parole vane che incontrano l'eco assordante del vuoto.
Oggi pomeriggio siamo usciti e l'ho messo sotto pressione.
Ma non ne è uscito nulla.
QUINDI VI CHIEDO AIUTO....
qualche idea? Ormai non ho più molto tempo per organizzare, se 18 anni sono passati in un soffio, figuriamoci 36 giorni!!!

venerdì 19 dicembre 2014

...Gatto! Eccovi Remy

16 Dicembre 2014
BENVENUTO REMY !
Siamo andati a prendere Remy.
Stupendo, coccolone e giocherellone.
Se il buongiorno si vede dal mattino, abbiamo trovato un gioiello !
Le coccole non gli mancano, anche il mio grande figliolo lo fa giocare e, benchè lo neghi, gli piace il nostro Remy.
Mio marito, gli altri due figli lo stra-adorano.
Remy ha conquistato anche i nonni.
Ci è voluto un secolo a convincere il marito per prendere il gatto.
Poi 16 mesi per convincerlo a NON prenderlo di razza.
Conclusa l'opera di persuasione, abbiamo iniziato le ricerche.
Al terzo tentativo ecco Remy.
Prendere un gatto non è facile.
Ci sono inserzioni online che mi convincono poco, ma non starò certo qui a dilunguarmi.
Se decidete di prendere un gatto, ditemelo. Vi consiglio un luogo incantevole, dove tantissimi gatti vivono in perfetta armonia, in una cascina super lussuosa, curati da volontari competenti e gentilissimi.

La proprietaria della cascina gestisce il centro di accoglienza con competenza ed amore. I gatti NON sono in gabbia, ognuno ha la sua cuccia...
Solo gli ultimi arrivati vengono messi in gabbia, perchè non sono vaccinati. Per evitare che trasmettino malattie agli altri gatti che girano traquillamente.
Il posto è pulitissimo, accogliente.
 Ed ecco il protagonista di questo post: REMY !

Alla scoperta della lavatrice
In posa

Comincia a giocare !

martedì 9 dicembre 2014

Morte di un forno

Mia figlia è stata letteralmente miracolata.
Stavo finendo la cottura dei biscotti, quando abbiamo sentito un botto in cucina.
Poi un altro.
E questo è il risultato.

Caro vecchio forno..
Mia figlia aveva appena guardato dentro il forno per vedere i biscotti, poi si era spostata per prendere un succo.
Quando ha sentito il boato. Il forno aveva lo sportello completamente aperto.
Prima è scoppiato il vetro, poi si è chiuso di scatto.
E' stato impressionante. Non mi era mai capitato e spero che non mi capiti mai più in futuro.
Ora la Fata è senza forno.
Devo fare una magia al più presto: Natale si avvicina, come si può fare a meno del forno???

venerdì 5 dicembre 2014

It's 5 o'clock... let me have a CUPcake!

La merenda me l'ha portata Teddy.
Che gentile!!!
Tutto il pomeriggio al pc. Mi è venuto freddo fin dentro le ossa.
Cosa c'è di meglio di un tiepido CUPcake?
Niente.
Lo pensi ed è già pronto sul tavolo. E' così comodo!
Non resta che mangiarlo.
E mentre mio marito in balcone fa spinning, io mi gusto la mia tiepida merenda.

Hy Teddybear!

Dose per una CUP

25 g uovo sbattuto
30 g farina
12 g zucchero
12 g gocce ciock fondente
2 g lievito normale per dolci
8 g olio di semi
8 g sciroppo di caramello

Mettere tutto nella CUP e cuocere per 1 minuto a max potenza nel microonde (mio 1000 W)

lasciar intiepidire.
Il caramello si sente appena, si amalgama agli altri ingredienti.

CUPcake agli amaretti

Rieccomi con un dessert che ho mangiato a colazione.
Veloce da preparare... ed anche da mangiare !!!
Io adoro gli amaretti, e tutto ciò che ha a che fare con le mandorle.
Quindi non c'è da stupirsi se questo dolcetto mi è piaciuto enormemente.
Tutte le torte fatte a microonde hanno una consistenza diversa rispetto a quelle preparate nel forno tradizionale, questo è ovvio.
Ma a me la texture di questo tipo di dolce piace.
Da alternare ai classici dessert di fine pasto.
Provare per credere? Ma sì, dai! In pochi minuti il CUPcake è pronto.
Ci si mette di più a pesare gli ingredienti che a cuocerlo.
E non pensate di pesare gli ingredienti per prepararne 2 o 3 di fila.
Ad ogni tazza la sua... pesata di ingredienti.

...Amaretti che passione !




Ingredienti per una CUP:

25 g di uovo (mettete un uovo in un bicchiere, mescolatelo bene con una forchetta: tuorlo ed albume devono amalgamarsi perfettamente)
25 g burro
30 g di farina
12 g di zucchero
12 g di gocce di cioccolato fondente
2 g di lievito NON quello per microonde, va usato quello normale per torte
1 cucchiaio di liquore alla mandorla
6 g di amaretti da tritare finissimamente

mettere il burro direttamente nella tazza e scioglietelo nel microonde, pesate gli altri ingredienti in una piccola bacinella e versateli sul burro sciolto, mescolate bene e fate cuocere a max potenza per 1 minuto nel microonde (il mio: potenza 1000 W)

Lasciar intiepidire per far "stabilizzare" la tortina...

La torta che ... PEDALA!!!

Quando giovedì scorso mi hanno chiesto di preparare una torta per il compleanno di un ciclista, sono rimasta perplessa.
"puoi fare una torta a forma di bici, o con una bici per lunedì?"
L'espressione del mio viso doveva essere mooolto perplessa, perchè subito dopo mi ha detto che bastava una semplice torta, anzi, l'avrebbe fatta direttamente lei.
Poi mi sono ripresa e le ho detto di non preoccuparsi, ci avrei pensato io.
Mi avrà chiamato almeno 3 volte per dirmi di non diventar matta...
In realtà ho improvvisato. Avevo pochissimo tempo perchè durante il week end sono sempre risucchiata dagli impegni familiari che non riusciamo a terminare durante la normale settimana lavorativa.
Sono andata a comprare il colorante verde in polvere, mentre ho usato quello liquido per il cielo.
Si nota la differenza di tonalità, eh?
Con il verde ne ho usato pochissimo, per il celeste fin troppo.
E la pasta di zucchero ne ha ovviamente risentito.
Quel che mi ha fatto maggiormente disperare infatti è stato ricoprire la torta con l'azzurro.
...HAI VOLUTO LA BICI? ORA pedala !

Una volta preparato prato, strada e cielo mi sono rilassata.
Ho disegnato una bici e l'ho ritagliata nella pasta di zucchero, ed una volta asciugata, l'ho colorata.
Per preparare il prato ho steso la pdz, tenendo presente che doveva essere appoggiata su tutto il bordo verde.
Con un coltello ho praticato delle incisioni lasciando però un cm di bordo per la base del prato.
Poi l'ho incollata alla torta utilizzando il mio solito mix di albume, limone e zucchero a velo.
Sull'altro bordo ho incollato tante targhette con scritto happy birthday, come quella che si vede sul prato.

dettagli del prato

La base è formata da pan di spagna bianco e pan di spagna nero, le ricette sono QUI.
Poi le ho bagnate con un liquore alla mandorla diluito in acqua: ho spennellato le due parti che sarebbero combaciate.
Ho spalmato un barattolo da 400 g di crema alla nocciola sulla parte bianca e poi l'ho ricoperta con la parte nera.
Ho preparto la crema di burro e l'ho spalmata sopra ed intorno alla torta, l'ho rivestita con le 3 parti di pdz.
Metà verde, l'altra metà celeste e a metà fra le due ho posto la strada.
La parte verde e celeste aderiscono alla torta grazie alla crema di burro, le altre decorazioni di pdz che appoggiano sulla torta le ho incollate col mix di albume, limone e zucchero a velo.
...Qualche decorazione qui e là... e la torta è finita.
Un altro motivo di apprensione è stato il posizionamento della bici.
Per fortuna è andato tutto bene (^_*)

a tutta ... Fiamma!

...Ta - dà ...!
Ecco a voi la mia fiamma
E' il mio pasticcino preferito.
Sarà perchè è cioccolatoso, o forse perchè sotto c'è anche una frolla burrosissima...
Fatto sta che lo adoro.
Questa in pasticolare è un maxi-pasticcino: il diametro della frolla è di circa 6 cm.
Lo potrei chiamare pasticcione, perchè maxi e pasticcino sono due termini che cozzano tra loro.

Ciò a parte, questa è la mia versione.
Non tutte le fiamme mi piacciono.
Quelle con dentro creme mollicce solo unte, ma senza verve, le detesto.
Creano un'illusione che cade nella disillusione dopo il primo morso.
Quelle che hanno la frolla non burrosa, perdono in gusto.
Quindi è meglio mangiarne 1 sola, ma buona.

la fiamma che accende il mio cuore....
...e le mie papille gustative!
 
Ingredienti:
per la frolla, cliccate QUI,
Preparate le basi della frolla secondo la ricetta che vi ho indicato sopra, e cuoceteli.
devono essere dorati, NON scuri.

Lasciateli raffreddare poi appoggiate sopra ad ogni biscotto la sua piramide di ripieno.

per il ripieno:
175 g di frollini banali
1 tuorlo d'auovo
5 cucchiai colmi di zucchero
5 cucchiaini da tè colmi di cacao AMARO
80 g di burro
mezzo guscio d'uovo di marsala secco.

sciogliere il burro nel microonde, nel frattempo tritate finissimamente i biscotti fino ad ottenere una "farina" aggiungete tutti gli altri ingredienti e mescolate bene.

La consistenza dell'impasto deve essere tale che si possa maneggiare senza che resti attaccato alle mani.
Per rendere l'idea, rimarrete con le mani unte.
Formate delle piccole piramidi che dovrete poi appoggiare sul biscotto.

Nel frattempo sciogliete 100 g di cioccolato fondente, poi con un cucchiaino fate colare un pò di cioccolato dall'alto, completate la ricopertura col dorso del cucchiaino, spalmando tutto intorno.
Non esagerate facendo colare troppo cioccolato dall'alto, altrimenti rischiate di ricoprire anche la base di frolla.

Se volete dargli un aspetto più festoso, decorateli finchè il cioccolato non si è solidificato.
 Per far solidificare prima la copertura, poneteli in frigorifero.