venerdì 3 maggio 2019

Lasagne al pesto

Partiamo dal presupposto che non era mia intestazione tornare all’età della pietra quando la tecnologia enogastrinomica mi aveva fatto dono di un prodotto semilavorato eccellente, certo nulla a che vedere con quello fatto in casa, peraltro di grande aiuto quando si è di fretta.
Parliamo di lasagne. Chi di voi non si è lanciato nel cucinare una bella lasagna da quando sul mercato sono arrivate quelle che si cuociono direttamente  in forno in solo 20 minuti?
Ai tempi io avevo messo da parte farina e mattarello e non ci avevo più pensato.

Ma c’è sempre il ciclo storico giusto? Quando mio figlio alcuni giorni fa ha preparato una lasagna alla bolognese senza precedenti ai nostri palati, mi aveva lasciato un bel pezzo di pasta all’uovo.
Mi spiaceva buttarla quindi con tanta pazienza ho fatto le mie belle lasagne, le ho sbollentate e poi le ho usate per preparare le lasagne al pesto.
Ho preparato una besciamelle senza burro, ho unito il pesto (che deve essere fatto in casa, possibilmente) e poi ho cominciato a stratificare la lasagna, alternando lasagna - pesto - crescenza. Per concludere a fine cottura ho cosparso di parmigiano e lasciato in forno spento per 5 minuti.
Cottura:
Circa 15 minuti a 200 gradi

Nessun commento:

Posta un commento