giovedì 31 marzo 2011

PANE CAMPAGNOLO CIPOLLA & BACON

Chiamarlo pane, è veramente RIDUTTIVO.... io direi piuttosto esperienza sublime delle papille gustative!!!!
Nonostante gli ingredienti non del tutto raffinati, questa ricetta piace veramente a tutti e, tocco magico: se tagli il pane a fette puoi congelarlo tranquillamente e scongelarlo una fetta per volta, quando vuoi tu.
Io lo congelo in un sacchetto della pasta, o dei biscotti (tipo macine del mulino bianco).

Ingredienti:
550 gr di farina bianca
1 bustina di lievito disidratato per pane/pizza
75 ml di acqua
3 cucchiai di grana grattugiato
120 ml latte tiepido
2 uova
2 cucchiaini di zucchero
1 cucchiaino sale
100 burro morbido
Ripieno:
2 cipolle bianche grandi stufate con poco olio
200 g di cubetti di pancetta affumicata

Procedimento:
Sciogliere il burro al microonde,
scaldare un poco il latte al microonde,
unire  al burro: il latte, il grana, l’acqua, le uova;
 miscelate il lievito con farina, zucchero e sale e unitela agli altri ingredienti;
impastare bene e far lievitare 2 ore.
Tagliate finemente le cipolle e fatele stufare in poco olio, salate poi aggiungere la pancetta e cuocere per altri 10 minuti, e fate raffreddare;
Stendere la pasta formando un rettangolo. Distribuirci sopra le cipolle e la pancetta, arrotolate il rettangolo dal lato più lungo formando un salame;
arrotolatelo fino a formare un “ferro di cavallo” e praticate con la forbice dei tagli netti di circa 3 cm di lunghezza ed 1 di profondità su TUTTO il pane (vedi foto);
far lievitare ancora un’ora su una teglia rivestita da carta forno;
Spennellare con latte e infornare a forno freddo a 180° per 30 minuti;
il pane deve fare “TOC-TOC !”, essere ben dorato sia sopra che sotto;
eventualmente più 5 minuti solo ventilato, spegnendo la temperatura.
Fare raffreddare su una grata.





OGGI E' IL MIO COMPLEANNO !

Voi ci credete alle coincidenze?
Sono andata al ristorante con un'amica per festeggiare il mio ennesimo compleanno, e - del tutto casualmente - ho scoperto che il proprietario compie gli anni oggi!!!
... Non è carino?
Quindi ARTURO, se mai leggerai questo messaggio, ti rinnovo gli auguri: conoscerti è stato un piacere!

mercoledì 30 marzo 2011

DOLCETTI al COCCO

Esotici, facilissimi da fare, gustosissimi...  non hanno nulla a che vedere con quelli che si comprano già fatti!
Belli da vedere, buoni da mangiare, ottimi da offrire adagiati su un vassoietto di cartoncino dorato, ed impacchettati in carta da fioraio, con un bel fioccone colorato!!!


Ingredienti:
150 gr di zucchero
1 bustina vanillina
40 gr farina
2 uova intere
125 gr di farina di cocco
un pizzico di sale
PIU' farina di cocco per copertura


Procedimento:
Mettere tutti gli ingredienti in una ciotola, miscelare con il frullatore a frusta;
formare delle palline grandi come noci;
adagiarle su carta da forno ben distanti fra loro.


Cottura:
infornare a caldo 180° e cuocere per circa 10 minuti.
Devono risultare ben dorati sotto e leggermente dorati sopra.

IDEA in più: aggiungere eventualmente all'impasto 30 gr di cacao amaro

lunedì 28 marzo 2011

serata di Biodanza con BUFFET

E si, stavolta ne vedrete davvero delle belle!
Ho 36 ore di tempo per preparare il buffet che verrà offerto domani sera dopo la serata di presentazione del corso di Biodanza...
Pensare che non ho ancora fatto tutta la spesa, e devo comunque gestire la follia quotidiana di casa: lavatrici a ciclo continuo, figli da portare a scuola, poi c'è karate, la lezione extra di inglese, i compiti da controllare,
WOW, sto per cominciare ad andare sotto pressione...
Vado a sbafarmi mezza tavoletta di ciok fondente per darmi la carica giusta, ed affrontare le prossime ore con serenità ed allegria!
Posterò TUTTO, anche le foto del buffet prima e dopo...
vadoooooooo!

domenica 27 marzo 2011

POLPETTONE RIPIENO

CARNE TRITA sì, ma con gusto!

Questo polpettone è FACILISSIMO da preparare , come tutti gli arrosti, richiede poca cura durante la cottura.
Quindi, una volta che è in pentola, punto il timer e torno a girarlo ogni tanto.


Ingredienti:
500 gr di carne trita
50 gr di grana padano grattuggiato
1 uovo intero
sale & pepe
50 gr di prosciutto crudo
4 sottilette
olive verdi denocciolate
olio di oliva
vino bianco
se lo volete più gustoso: 1 cipolla


Procedimento:
impastare la carne con l'uovo, il sale, il pepe il formaggio, poi stendere su un foglio di carta da forno, dargli una forma rettangolare spessa circa 1 cm;
stendere le fette di proscitto, le sottilette ed infine porre le olive;
arrotolare aiutandosi con la carta da forno;
chiudere benissimo il polpettone sia sulle 2 estremità che su tutta la sua lunghezza, onde evitare che si riapra cuocendosi;
tagliate a metà una cipolla.

Cottura: 
cospargere il fondo di una grande padella antiaderente con abbondante olio di oliva;
aiutandoci con la carta da forno posizioniamo il polpettone, saliamo ancora un poco e facciamolo cuocere 5 minuti su entrambi i lati;
mettere la cipolla usi due lati del polpettone;
bagnarlo con vino bianco, coprirlo e continuare la cottura per circa 30 minuti: a metà cottura girare il polpettone

FATE ATTENZIONE quando lo tagliate!!!
Appoggiarlo suu un tagliere, tagliarlo a fette spesse 1 cm e ridisporlo nel tegame, coprirlo con il sugo e farlo cuocere ancora per 5 minuti.

giovedì 24 marzo 2011

CREPES: che passione!



...Allora diciamolo subito.
le crepes sono quelle DOLCI, le gallette quelle SALATE fatte con il GRANO SARACENO.

Oggi parlo di CREPES, quindi di DOLCE, DOLCE ma non solo.
Infatti, purtroppo, ai miei pargoli NON piacciono le gallette poichè la farina di grano saraceno - che io adoro - è scura, e non attira i miei piccolotti...
Sospirando mi sono ritorvata a fare le crepes chiare (dolci) con ripieni SALATI... e - devo dire - è tutto un'altro risultato.
E' come dire...fare i pizzoccheri con le tagliatelle all'uovo, anzichè con i pizzoccheri veraci della valtellina: mi sono spiegata???

Pazienza, per non avere urti al momento di sederci in tavola, vai di crepes chiare con i ripieni più improbabili!!!

RIPIENI salati:
prosciutto  cotto e philadelphia;
ricotta e spinaci;
philadelphia e gorgonzola;
philadelphia e salmone affumicato;
POI ANCHE USARLE COME BASE PER FARE LA PASTA AL FORNO, anzichè utilizzare la lasagna all'uovo!!!
Ingredienti:
800 ml di latte
400 farina bianca
2 uova intere
un pizzico abbondante di sale
2 cucchiaini di zucchero
5 cucchiai di olio di SEMI


Procedimento:
in un contenitore con i bordi alti ponete 700 ml di latte e tutti gli altri ingredienti;
cominciate a frullare e poi aggiungete altro latte fino ad ottenere la pastella della giusta consistenza "a filo";
riscaldate la padella antiaderente ed ungetela di burro;
con un mestolino versateci sopra la pastella e poi stendetela usando un movimento rotatorio, per dargli la classica forma rotonda finale.
dopo circa 1 minuto girare la crepes e proseguire la cottura.
Le crepes devono risultare dorate da entrambi i lati, senza tuttavia risultare troppo scure!

A seconda della grandezza delle crepes che volete ottenere, utilizzate una padella più larga o più piccola.


ATTENZIONE: a seconda del tipo di farina, la quantità del latte potrebbe essere inferiore o maggiore: vi consiglio perciò di cominciare a versare 700 litro di latte ed aggiungere il resto mentre frullate il composto.

La pastella, una volta ultimata, deve scendere "a filo" quindi FLUIDA, ma non troppo liquida.

La padella  - ASSOLUTAMENTE ANTIADERENTE !!! - deve essere caldissima, e prima di cominciare la cottura delle crepes, bisogna ungerla con il burro, solo per la prima.

...OKKIO!!! se avete intenzione di preparare le crepes con un ripienosalato, NON aggiungete lo zucchero all'impasto ;-)

Se per caso vi interrompete durante la cottura delle crepes, quando riprendete dovete portare nuovamente la padella ad alta temperatura, e cospargela nuovamente di burro, altrimenti la pastella di attacca irrimediabilmente!!!

mercoledì 23 marzo 2011

POLLO AL LIMONE

a casa mia va ALLA GRANDE.
E' uno dei pochi piatti che mette tutti e 5 d'accordo.
E' rapidissimo da preparare e particolarmente appetitoso.

Ingredienti:
500 gr di petti di pollo;
il succo di 1 e 1/2 limone:
la scorza grattuggiata di un limone non trattato;
mezzo spicchio d'aglio tagliato finissimo;
sale & pepe;
olio extra vergine di oliva
Procedimento:
versare in una pentola tutti gli ingredienti a freddo MA NON LA SCORZA DI LIMONE;
cuocere per circa 15 minuti per far evaporare parte del succo di limone;
a metà cottura girare il pollo;
a cottura ultimata, cospargere il pollo con la scorza di limone.

martedì 22 marzo 2011

BOCCONCINI di POLLO allo YOGURT

Yogurt e spezie.
accostamento azzardato?
No, provare per credere.
Ingredienti:
250 gr pollo tagliato a pezzetti grandi come noci;
olio extra vergine di oliva
1 cucchiaino colmo di mix di spezie per carni rosse (rogan josh masala) io ho usato quello de l' "altromercato", ma ora anche Cannamela lo prepara)
150 gr di yogurt intero
sale
mezzo spicchio d'aglio tagliato finissimo
2 cucchiaini di succo di limone
la scorza grattuggiata finissimo di un limone


Procedimento:
versare tutti gli ingredienti inun padellino antiaderentee poi mescolare con cura;
lasciar riposare per circa 1 ora, in modo che i sapori si amalghimino;
cuocere per circa 15 minuti finchè la salsa si addensa, rigirando il pollo a metà cottura.
prima di servire in tavola, aggiungere la scorza di limone


OTTIME con :
patate al Masala:

pelate le patate e tagliatele a tocchetti;
lavatele in abbondante acqua per togliere l'amido, ed asciugatele bene;
cuocerle in una padella antiaderente (io ho usato la mia mitica ACTIFRY della TEFAL) per circa 15 minuti con olio extra vergine di oliva, uno spicchio di aglio, sale ed un cucchiaino di Masala;
verificate con uno stecchino la cottura delle patate.

lunedì 21 marzo 2011

la PIZZA del CUORE

Un'occasione speciale in famiglia?
Inutile  andare al ristorante, prepariamo in casa qualcosa di veramente originale!

Ingredienti:
500 gr di farina;
270  ml di acqua;
2 cucchiaini di zucchero;
2 cucchiaini di sale;
5 cucchiai di olio extra vergine;
1 bustina di lievito disidratato per pane e pizze ( NON quello a lievitazione istantanea)

2 mozzarelle tagliate a fette
200 gr di passata di pomodoro rustica;
olio extra vergine;
origano;
pepe;
sale;
Procedimento:
versare in una ciotola la farina, il sale, lo zucchero ed il lievito e mescolare;
aggiungere l'olio;
riscaldare  pochissimo l'acqua nel microonde;
unire l'acqua e cominciare ad impastare con un cucchiaio;
proseguite ad impastare finchè non ottenete un panetto morbido ed elastico;
fateci sopra un taglio a croce e riponetelo coperto in un luogo dove non ci siano correnti d'aria (forno spento microonde)
dopo circa 1h30 prendete la pasta, spianatela con il mattarello su un foglio di carta da forno;
ungete la teglia con olio extra vergine di oliva, poneteci sopra la pasta;
ritagliate la forma di un cuore;
disponete il mix di pomodoro condito, la mozzarella e le olive, facendo attenzione alasciare 1 cm di bordo senza condimento;
infornate a forno caldo 210° per circa 15 minuti.

La parte sotto della pizza deve risultare dorata

A cottura ultimata, aiutandovi con un pennello di silicone, passate un velo di olio di oliva sulla pizza!

MUFFIN caffé & caramello

che dire... FAVOLOSI, ...poi, mangiati tiepidini...
la farina di mandorle dà una consistenza morbida, il ripieno è goloso..
Comunque si possono conservare in un contenitore ermetico, no problem!


DOSE PER 15 MUFFINS


Ingredienti: 
120 gr di burro a temperatura ambiente, 
130 gr zucchero preferibilmente di canna, 
2 uova, 
200 gr di farina, 
100 gr di farina di mandorle, 
125 ml di latte, 
2 cucchiai di caffè solubile molto fine (in alternativa scioglierlo in poca acqua calda), 
mezza busta di lievito per dolci, 
1 pizzico di sale, 
12 caramelle mou morbide al burro salato.

Procedimento:
Si procede frustando il burro con lo zucchero, aggiungere poi le uova una ad una, il caffè, la farina, il lievito, il sale e il latte. Versare la maggior parte dell’impasto sul fondo degli stampini da muffin, appoggiare la caramella senza spingerla fino in fondo, e ricoprirla con la parte restante dell’impasto.

Preriscaldare il forno e cuocere a 180° per 20 minuti + 5 minuti a temperatura ziero, forno solo ventilato.
 Lasciar riposare 5 minuti e poi farle raffreddare su una griglia

venerdì 18 marzo 2011

BOCCONCINI di POLLO al PESTO

Pollo, pollo ed ancora pollo!
Fra un pò mi spuntano le penne e le piume...
Poi fossero almeno polli ruspanti e non di allevamento.
Quando - raramente - mi capita di comprare il pollo allo spiedo, mi viene da piangere!
...E' proprio un pollo già morto dalla nascita!
Com'è possibile che gli ossi si stacchino solo a guardarli? Ma cosa sono io, ho i coltelli nelle pupille???
Ma dove sono finiti i bei polli cicciottelli, quelli che per spolpare le coscione devi usare i muscoli della mascella e far emergere il troglodita che c'è in te?
Bah, a noi poveri cittadini sono rimasti i pollucci...che a guardarli fanno quasi tenerezza.
Raramente quindi cucino il pollo INTERO... mi limito ai famosi petti di pollo che sono già secchi e disidratati da crudi, figuriamoci poi dopo la cottura!
E' per questo che vado di fantasia...

I bocconcini di pollo al pesto sono moooolto sugosi!

Quando te lo ritrovi nel piatto, potresti pensare: toh, gnocchetti al pesto!
E invece no. Si tratta di bocconcini di pollo, al pesto.



Ingredienti:
500 gr di petti di pollo
100 gr pesto
150 ml di panna liquida fresca (non quella da montare)
sale
pepe
olio extra vergine



Procedimento:
tagliate il petto di pollo con le forbici da cucina  in tanti dadini grandi come delle noci;
fatelo soffriggere in una padella antiaderente con il sale e il pepe con il coperchio;
aggiungere la panna ed il pesto, mescolare bene e continuare la cottura - mescolando ogni tanto -  senza coperchio finchè la salsa così ottenuta si addensa;
servire ben caldo.






Si accompagna benissimo con un puré.



NOTE:
questo piatto è velocissimo in quanto il pollo, ridotto a piccoli pezzi, cuoce velocemente, e panna e pesto non hanno bisogno di una lunga cottura.
E' un secondo appetitoso, da preparare al volo, dopo una giornata in ufficio, di shopping, di sport, o con un invitato dell'ultimo minuto!

BOCCONCINI di POLLO allo ZAFFERANO

ZAFFERANO CHE PASSIONE !

come per il pollo al pesto anche questa ricetta è velocissima e saporita al punto giusto.

Ingredienti:
500 gr di petti di pollo
1 bustina di zafferano
150 ml di panna liquida fresca (non quella da montare)
sale
pepe
olio extra vergine

Procedimento:
tagliate il petto di pollo con le forbici da cucina  in tanti dadini grandi come delle noci;
fatelo soffriggere in una padella antiaderente con il sale e il pepe con il coperchio;
aggiungere la panna ed lo zafferano, mescolare bene e continuare la cottura - mescolando ogni tanto -  senza coperchio finchè la salsa così ottenuta si addensa;
servire ben caldo.




Si accompagna benissimo con riso bollito bianco, condito con burro fuso e salvia.



NOTE:
questo piatto è velocissimo in quanto il pollo, ridotto a piccoli pezzi, cuoce velocemente, e panna e zafferano non hanno bisogno di una lunga cottura.
E' un secondo appetitoso, da preparare al volo, dopo una giornata in ufficio, di shopping, di sport, o con un invitato dell'ultimo minuto!

mercoledì 16 marzo 2011

SNACK al SESAMO



chiamali UNGHERESI, chiamali come vuoi.
c'è chi ci mette il grana, chi l'emmenthal e le uova.
Le versioni sono molte, il risultato è sempre sorprendente e, diciamocelo, hanno molti estimatori!
Quando le mie amiche devono festeggiare una qualsiasi ricorrenza, me li chiedono sempre.
Per me sono anche lo spezzafame mentre preparo la cena alla mia tribù.

Provare per credere.

Ingredienti:
200 gr farina
100 gr burro
2 cucchiaio di sesamo
5 cucchiai di grana
3 cucchiai di acqua fredda
1 cucchiaino da caffè di sale



Procedimento:
sciogliere il burro al micro onde;
aggiungere l'acqua fredda;
in una ciotola mischiare farina, sale, sesamo e grana;
impastare con la frusta a ganci e poi finire di impastare con le mani, formando un panetto;
stendete un foglio di carta da forno sul tavolo, adagiarvi metà dell'impasto e stenderlo con il mattarello;
la pasta deve essere circa 4 mm di spessore;
fare i salatini secondo i vostri gusti: usare gli stampini, oppure farli quadrati tagliandoli con un coltello...

Infornare in forno preriscaldato 200° per 15 minuti.
Devono essere dorati sotto



Si conservano tranquillamente in un contenitore ermetico per parecchi giorni.

lunedì 14 marzo 2011

BISCOTTI alla MAYONESE

A casa mia la mayonese non entra mai...
riesco sempre a far ammuffire la mayo: ne uso poca per spalmare i vari strati del panettone gastronomico alle feste comandate, ma poi?
Ci sono amiche che la usano a go-go... io, no!
TUTTAVIA quando ho scoperto questa ricetta, non posso più fare a meno di avere in dispensa una buona scorta di questi biscotti che, se conservati in un contenitore ermetico, durano...
certo, che se hai un figlio pre-adolescente che gira per casa devo nasconderli in posti strani.
Ultimamente ho notato che nasconderli nel forno dietro al saltapasta funziona.

Non gliene faccio mai trovare più di 10 per volta, perchè (non appena vedrete gli ingredienti capirete e mi darete ragione!) non sono iper calorici, ma MOLTO, MOLTO di più!

Quando faccio assaggiare questi biscotti alle mie amiche, ne sono entustiaste, ma non appena scoprono che sono fatti con la mayonese, storcono il naso..
Ma perchè? domando loro.
La mayonese è fatta con olio, limone, uova... ma questi ingredienti non sono usati forse per preparare tanti dolci casalinghi??
E allora perchè stupirsi tanto?
Allora mi danno ragione, e mangiano un altro biscotto!


Ingredienti:
100 gr mayonese
100 grammi burro
50 gr zucchero
300 gr farina

più lo zucchero per arrotolare i biscotti.

Procedimento:
sciogliere il burro al microonde, aggiungere la mayonese fredda da frigo, la farina e lo zucchero;
impastare con lo sbattitore mettendo i ganci e non le fruste, finchè si formano i grumi;


finire di impastare a mano finchè non ottenete un panetto che metterete in frigo per circa 30 minuti a raffreddare;
prendere un tagliere NON liscio (io uso quello IKEA bianco) e coprirlo con lo zucchero;
prendere la pasta, prelevarne una quantità pari ad una noce;
strizzarla tra le dita e poi allungarla, rotolandola sul tagliere sopra lo zucchero finchè non ha il diametro di circa 1 cm;
tagliate il rotolino così ottenuto in tanti biscotti lunghi circa 2 cm ...


 secondo me è la lunghezza giusta: io preferisco mangiare più biscotti piccoli, che non uno solo grande, oltretutto questi biscotti sono MOLTO friabili, quindi rischiano di sbriciolarsi fra le dita;

appoggiarli su una teglia ricoperta di carta da forno, leggermente distanziati fra loro, altrimenti cuocendo ve li ritroverete tutti appiccicati;
far riposare nuovamente i biscotti per 30 minuti al freddo, d'inverno io li metto su un tavolino in balcone, coperti con un'altra teglia ;-)

 infornare a forno caldo a 190° per circa 13 minuti.
Devono avere i bordi e la parte sotto dorata.
Sfornarli e lasciarli raffreddare sulla teglia SENZA toccarli.


Dopodichè potete metterli in un contenitore ermetico, o mangiarli in un qualsiasi momento della giornata.

CREDETEMI: sono i biscotti più buoni che io abbia mai mangiato... e ne ho mangiati di biscotti!!!

Grazie Arabafelice per avermi iniziato a questa delizia!

TORTA CASTAGNOTTA

Contrariamente a tutto ciò  di mangereccio che ha a che fare con la parola CASTAGNA  che personalmente non mi piace per niente, questa torta l'ho adorata talmente che se non ne offrivo una parte alle amiche avrei finito per divorarla in un pomeriggio...!

Dosi per una teglia da 26 cm alta 8, anche se io preferisco i muffins, sono monodose e più pratici!

 
Ingredienti:
250g farina di castagne
200g di burro
200g di zucchero
5 uova
1 bicchierino di rum
100g cioccolato fondente a pezzi
100g di uvetta passa ammollata
1 dose lievito per torte dolci

 
Procedimento:
Montare il burro morbido con lo zucchero, unire il rum, ma se non piace sostituirlo con la stessa
quantita' di latte( è fondamentale per poter avere una pasta lavorabile in
seguito con le chiare a neve);
Unire i tuorli d'uovo, poi la farina setacciata con il lievito, 
montare le chiare a neve ferma e unirle delicatamente al composto in tre tempi, 
in modo da riuscire  a mescolare il composto;
per ultimi cioccolato a pezzetti e uvetta ammollata.



Forno caldo a 180° cuoci per 40 minuti, prova stecchino.


IN ALTERNATIVA usa la stessa dose per
15 muffins
25 minuti cottura, poi 5 minuti a forno spento.
 verificare con stecchino la cottura

ARROSTO ALLE PRUGNE

" PRUGNE? Bleah, ma che ricetta è mai questa? "
vi starete sicuramente chiedendo con aria disgustata.
NIENTE AFFATTO! Provare per credere: è una ricetta di sicuro successo.
Giusto per uscire dalle solite ricette di arrosti...
Ogni tanto bisogna pur cambiare... e allora, che aspettate?
OSATE!!!



Ingredienti:
500 gr  di lonza di maiale (o se preferite sapori più delicati, scegliete il vitello)
100 gr prugne secche
1/2 bicchiere vino bianco secco
sale
pepe
olio extra vergine
aglio



Procedimento:
strofinate la lonza con ouno spicchio d'aglio da tutti i lati;
far soffriggere la lonza con l'olio, il sale il pepe da entrambi i lati;
aggiungere il vino bianco e cuocere per circa 10 minuti;
denocciolare le prugne e disporle tutte intorno alla carne equalcuna anche sopra;
ogni 20 minuti girare l'arrosto e coprirlo sempre con le prugne:
QUESTO PASSAGGIO E' FONDAMENTALE POICHE' EVITA CHE L'ARROSTO SI SECCHI  E NEL FRATTEMPO LA PRUGNA INSAPORISCE LA CARNE!
cuocere per 1 h 30

Quando è freddo tagliarlo a fettine sottilissime e ricoprirlo con la salsina di prugne: è una delizia anche per chi detesta le prugne!



VARIANTE: sostituite le prugne con le ALBICOCCHE.
Otterrete un arrosto altrettanto ottimo, ma leggermente più dolce.
Inutile dirlo, anche questa variante è da favola!

I FROLLINI della FATINA !




LFG = LaFataGolosa...che dire? parlano da soli!
sono dei frollini che resistono a lungo in una scatola ermetica, solo se non li trovano i miei figli!
Se devo festeggiare qualcosa (compleanni, Natale.. qualsiasi evento) preparo i frollini con l'iniziale necessaria.
Per esempio: per il compleanno di mia figlia anzichè farle portare caramelle da distribuire a tutti i compagni, ho preparato dei pacchettini con dentro ciascuno 4 biscottini con la sua iniziale, impacchettati in carta da fioraio ed infiocchettati...
Per Natale invece li ho fatti con le iniziali di ogni destinatario dei regali.
Per addobbare l'albero li ho preparati in pacchettini da due, avvolti in carta da fioraio con un fiocchetto ad occhiello,con vari formati, e li abbiamo mangiati a colazione del 25, mentre aprivamo i pacchetti dei regali portati da Babbo Natale...
Inutile dirlo, si possono fare anche a forma quadrata, triangolare, come si vuole, sono comunque buoni!

 
Ricetta per biscotti frollini 

Ingredienti:
1 bustina vanillina
300 gr farina
200 gr burro
100 gr zucchero
1 uovo intero
1 pizzico di sale

Procedimento:
Togliere il burro dal frigo con largo anticipo o, se vi viene voglia di farli all’ultimo minuto, fondere il burro a micro onde.
Con uno sbattitore elettrico montate il burro con uova e zucchero, poi aggiungere gli altri ingredienti.
Stendere la pasta su carta da forno, con uno spessore di circa 4 millimetri e lasciarla riposare al freddo per circa 30 minuti.
Formare i biscotti con le formine prescelte, a seconda dell’occasione!

Cuocerli su una teglia ricoperta di carta da forno.
Forno caldo 190° x ca 14 minuti


ATTENZIONE :Devono essere dorati sotto, ma non prolungare la cottura.
Farli raffreddare e poi riporli in un contenitore ermetico:
si mantengono per parecchi giorni.